Zdora

l’angolo del futile

alla ricerca del vestito-4

Posted by zdora su 26 febbraio 2010

mattino dopo. papà a lavoro. alzataccia. pioggia torrenziale.

partiamo, io e la mamma emozionata, con la mia macchinina, dotate di navigatore con voce zdorale.

svoltare a destrano, spetta, per dove vai? vai a sinistra che andiamo per sta strada” “ochei” prendo a sinistra. ricalcolommm…ma forse…se facevamo come diceva il navigatore…” torno indietro e prendo a destra. ricalcolonooo, ma che fai! no no, sta strada no, fa quello che ti avevo detto io” “mpf” torno di nuovo indietro, riprendo a sinistra. ricalcolo. spengo il suono, so già che i ricalcolo saranno molteplici.

prendi per di qua” “mamma! lo dice pure il navigatore!” “ma se l’hai disattivato” “ho solo tolto il suono” “ah“. ad ogni incrocio, scatta un “e se girassi per di qua?” oppure un “sai che devi prendere questa, vero? te lo dice, il navigatore?“. tutto cessa dopo la velata minaccia di buttarmi fuori dal finestrino, anche se la tentazione è irresistibile. devo seguire un’indicazione, odo tossire con nonscialans, la guardo di scatto, smette. un’altro bivio, intravvedo un ditino che mi segna “di là” . ochei, è una partita persa. adorabile, ma persa.

arriviamo al famoso negozio di cui ci aveva parlato un’amica di famiglia. entriamo e ci accoglie una signora sulla settantina, bionda, dev’essere la proprietaria. solita intervista, quando ti sposi, dove, perchè…e noto che lei e mia madre si fissano perplesse. “sa, credo di averla già vista” “ma sa che anch’io…ma dove?” iniziamo ad elencare eventi, persone, luoghi per arrivarci. “sa” rivolgendosi a mia madre “assomiglia alla figlia di mia cugina in modo imbarazzante. di dove siete?” diciamo il paese. “io ho parenti lì!” “no no guardi, io non sono di lì” “eppure…avevo un cugino, sa, purtroppo è morto quest’anno, si chiamava xxxx…” io e mia madre ci guardiamo, sconcertate. era lo zio di mia mamma (motivo per cui i miei si sono conosciuti, ndr). ergo. mia mamma non assomiglia alla figlia della cugina, mia mamma E’ la figlia della cugina. imbarazzo, giubilo generale, aria festaiola, carramba che sorpresa. qualcosa mi dice che ci tratteranno bene. in effetti io e la tipa che si prende cura di farmi trovare l’abito abbiamo una specie di sintonia fulminea. lei sa cosa voglio, è molto chiara e diretta. primo vestito: mi sento un insaccato. scollato e, appunto, insaccato. sguardo mammesco: dice di no. secondo vestito: mi segna i fianchi, ma tutto sommato non mi sta male. sguardo mammesco: così, a sentimento, direi che mi dà un 6 scarso. diciamo che sembra essersi un po’ rassegnata. terzo vestito: è lo stesso tipo di busto provato con la eli, che mi piaceva un sacco, ma la gonna è più bella. mi giro e…sguardo mammesco: lucidino. con fare a dir poco signuorile, la segno col dito e faccio “a-ha! questo era lo sguardo che volevo! questo!” e lei mi fa, finalmente “sembri una principessa“.

che credete? tu bi continiud

Annunci

2 Risposte to “alla ricerca del vestito-4”

  1. manulea said

    A-ha! appunto.

  2. […] alla ricerca del vestito-4 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: