Zdora

l’angolo del futile

ratatui insegna

Posted by zdora su 1 novembre 2007

ieri, affamata nonchè sconcertata dal frigo mezzo vuoto, mi son fatta prendere dal raptus ratatuiese. solo che io, col naso, non sentivo niente, al massimo profumino di cibo. beh, dai, sono andata a caso. ma mi sentivo molto topa (he he…troppo facile). quindi: siori e siore eccovi la

SUPER RICETTA DELLA SDAURA TOPA

ingredienti:

  • pasta, naturalmente, per riempire lo stomachino (mica tanto ino) affamato. e poi non si deve scongelare, quindi fa prima

  • olive in frigo restanti da un’altra pasta fantasia fatta allo zdoro con tanto ammore che doveva andare via e non aveva tempo di prendere nulla

  • pomodori secchi della cop, sempre in frigo e aperti dall’altro giorno in cui non avevo voglia di preparare e me li son mangiati con du fette di pane del mulino bianco

  • una cipolla perchè una cipolla si usa sempre per i sughini. ma non per il gusto: perchè fa molto “zdora tra i fornelli”. e poi fa quel profumo di casa-appena-torni-da-scuola-e-la-mamma-ti-ha-fatto-da-mangiare

  • olio cop perchè dobbiamo risparmiare

preparazione:

  • prendere la pentola e riempirla d’acqua, metterci un pugnetto di sale ma non troppo perchè è meglio deficere quam abundare, col sale (anche per non rifare tutto dopo). si, il sale lo metto subito, chi se ne frega se bolle 20 secondi dopo.

  • prendere un padellino piccolo (che tanto son da sola e che me ne faccio della padellona, un sugo soltanto devo fare), metterci un filino d’olio e poi un pochetta di cipolla (“savola” o “cipuddha”, dipende se parlate con me o con lo zdoro)

  • guardare le olive. pensarci un po’ su e poi dire fra se e se “dai, ce la farò”. quindi tagliarle in pezzi piccoli, tipo di 4 millimetri.

  • pesare la pasta. decidere che 100 grammi sono forse troppi, ma tanto è piatto unico. versarla nell’acqua che bolle (ed è già salata, che comodità) e poi guardare la cipolla che sta rosolando, pensare che si, le olive ci staranno bene-e poi le ho già tagliate-e mettercele con un po’ di dubbi. mi raccomando i dubbi: sono l’ingrediente essenziale.

  • guardare l’orologio. la pasta si fa in 11 minuti, mi sono dimenticata di guardare che ora era ma ne saranno passati si e no due, quindi calcolare 8 minuti.

  • assaggiare il micro sughetto con un po’ di diffidenza. accorgersi che fa un po’ schifo. sperare che i pomodorini ci stiano bene. sgocciolarli e tagliarli in pezzi piccoli, per quanto sia possibile e schifoso dato il sudicio olio che inzuppa le dita. lavarsi le mani. fare un respiro profondo. dire (si, dire, non pensare. siamo soli ma un po’ di incoraggiamento ci vuole, suvvia) “si, è la mossa giusta” e…

  • …buttare nella padellina pure i pomodorini. e vedere che, dopotutto, il sughetto non ha un brutto aspetto. anzi, che fame.

  • scolare la pasta, pensare se è meglio mettere tutto nella pentola con la quale la si è cotta o usare il padellino del sugo. optare erroneamente per il padellino, vedere che lì non si riesce a mescolare un tubo, far andare un po’ il fuoco sotto e servire.

e vualà. il piatto è pronto. assaggiare e pensare che è proprio buono (in realtà penserete “che culo, mangio decentemente”). sbranare tutto in pochi minuti.

Annunci

6 Risposte to “ratatui insegna”

  1. leucosia said

    ti meriti una stella della guida del gambero rosso!

  2. zdora said

    una?!?!?!

  3. leucosia said

    già hai ragione,
    una stellina è poco…
    facciamo così:una stella per l’esecuzione e tre cappelli da chef per l’ispirazione e l’inventiva.
    😉

  4. Maury said

    Ho letto qua e là il tuo blog.
    Mi hai fatto spaccare dal ridere.
    Ma come cuoca? Quattro salti nella padella ce li facciamo?
    Sottoscrivo comunque. Complimenti per l’ inventiva.;-)
    Maury

  5. zdora said

    oh, leuco, così va mooolto meglio, grassie
    mauri mauri, tu non lo sai ma diventerò una cuoca provetta

  6. manulea said

    Troppo, troppo complicato. Io avrei mangiato le olive col pane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: